Smart RTV dei Castelli Romani

Audio by genre blues

Nasce “Scelta europea”: “Alternativa all’alleanza socialisti e popolari al potere a Berlino”

Una lista “alternativa alle forze al potere a Berlino”, ovvero a quella “alleanza intergovernativa” tra socialdemocratici e popolari che in Germania, come in Italia “non ha saputo dare una risposta alla crisi”. Si chiamerà “Scelta europea” e sarà la lista italiana che supporterà la candidatura alla carica di presidente della Commissione europea dell’eurodeputato ed ex premier belga Guy Verhofstadt. Un cartello per ora di 13 sigle, tra partiti, movimenti e fondazioni, che afferma di voler essere “una alternativa positiva” a “l’immobilismo dei grandi partiti, quello Democratico e Forza Italia” e dei loro “rispettivi riferimenti europei, i socialisti e i popolari” ha dichiarato Verhofstadt nella conferenza di presentazione del progetto che si è svolta questa mattina a Roma. Una conferenza a cui ha partecipato con un video messaggio di auguri anche l’ex presidente del Consiglio, Romano Prodi, che ha parlato di un “progetto importante” che mette insieme diverse personalità “ma con un programma comune”, una cosa che dovrebbe essere fatta anche dagli altri partiti perché “se non arriviamo ad avere una unica piattaforma programmatica le europee saranno solo elezioni nazionali con una scheda diversa”.

La lista, che aderirà all’Alleanza dei liberali e democratici per l’Europa (Alde), vede tra i promotori l’eurodeputato Niccolò Rinaldi, vicepresidente dell’Alde, eletto in questa legislatura con l’Italia dei valori, e sarà sostenuta dal partito creato da Mario Monti, Scelta Civica, dal Centro democratico di Bruno Tabacci, da Fermare il declino, dal Partito federalista europeo e da altri soggetti e organizzazioni che si riconoscono pensiero liberale, ma anche dai Conservatori Sociali che fanno riferimento all’ex Msi, Cristiana Muscardini, al momento eurodeputata degli euroscettici dell’Ecr. “L’alleanza tra democristiani e socialisti è uno dei fattori principali di blocco nel cammino verso le riforme. Per questo vogliamo proporre agli italiani un voto diverso” ha spiegato Rinaldi che, parlando di “un progetto ancora aperto a nuovi contributi” ha assicurato: “Le liste saranno composte di personalità di alto livello”.


55:30 minutes (19.06 MB)
Chiudi